#MFR16, dove il futuro prende forma

Leggi tutto...

Sei padiglioni per celebrare il coraggio, l’impegno e l’energia di chi sta dando forma al futuro e vuole condividere le proprie conoscenze. La Maker Faire Rome compie un nuovo balzo in avanti e triplica il suo spazio espositivo portando alla Fiera di Roma 40 Paesi, 700 progetti selezionati tra i 1500 provenienti dalle diverse Call, un’area kids di 8 mila mq, un R.O.M.E. prize da 100 mila euro e decine di workshop con gli speaker più importanti del settore.

Venerdì 14 e sabato 15 ottobre il futuro in diretta web. Primo appuntamento venerdì 14 ottobre dalle ore 11 alle 13.30 con la opening conference "The Future of Everything". Abbiamo smarrito il futuro. Non sappiamo più dove sia finito il mondo migliore che aspettavamo. Ma mai come in questo momento il futuro dipende da noi, dalla capacità di ciascuno di innovare in ogni settore, di fare le cose in modo diverso usando al meglio le tecnologie digitali e la rete di Internet. Ospiti: il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti, Neil Gershenfeld (Massachusetts Institute of Technology e Center for Bits and Atoms), Giorgio Metta (Istituto Italiano di Tecnologia), Bruce Sterling (autore di fantascienza e saggista), James D. Jackson (Intel’s Maker & Innovator Group), Luigi La Spada (Queen Mary University, Londra), Simona Maschi (Copenhagen Institute of Interaction Design), Tim West (Future Food Institute), Bruno Zamborlin (Mogees). A condurre: Riccardo Luna. Per rivivere emozioni e previsioni, tutti i video a questo link.

Secondo appuntamento sabato 15 ottobre. In gara le migliori startup per aggiudicarsi 175 K di premi in palio con il R.O.M.E. Prize, il riconoscimento da 100mila euro lordi per il miglior progetto presentato tramite la Call for Makers, e lo Start Up Contest, 75mila euro per il miglior progetto dedicato allo sviluppo di prodotti elettronici. Ospite d'eccezione Grant Imahara, tra i più famosi Mythbuster del mondo. Interventi e premiazioni nel video a questo link.

 

I Wwworkers alla Camera dei Deputati

Leggi tutto...

Dieci azioni per portare l'Italia nell'economia digitale. E il fact checking per scoprire cosa è stato fatto e cosa c'è ancora da fare.

Giovedì 30 giugno i lavoratori della rete sono tornati alla Camera dei Deputati per interrogare la politica. Dalle ore 14 le storie dei wwworkers di successo: imprenditori, professionisti, ma anche artigiani, commercianti e contadini che reinterpretano mestieri tradizionali in chiave 2.0 e approdano online per vendere all'estero e internazionalizzare l'impresa.

Sono stati loro ad interrogare la politica sulle 10 azioni per portare l'Italia nell'economia digitale. Per comprendere cosa è stato fatto e cosa c'è ancora da fare. Per ognuno dei punti la risposta dei rappresentanti dei diversi schieramenti e il fact-checking di Pagella Politica. Scopri i risultati a questo link e rivivi l'evento con il video integrale curato dalla web tv della Camera dei Deputati.

Il Wwworkers Camp 2016 è stato promosso dalla nostra community con l’Intergruppo Parlamentare Innovazione, il sostegno di Google, Facebook, eBay, la technical partnership di MailUp, la partnership di Ambasciata USA in Italia e dei Giovani delle organizzazioni di categoria CNA, Coldiretti, Confindustria, Confcommercio e Confartigianato e la media-partnership di Rainews e Metro.

#MadeinMI, nuovi modi di vivere a Milano

Leggi tutto...

Green, sostenibilità, biodiversità: nuovi luoghi e modi di vivere, confrontarsi, lavorare. Lunedì 6 giugno al Clubhouse Brera di Milano, il primo appuntamento con #MadeinMI, un ciclo di incontri promossi dalla nostra community Wwworkers.it e dedicati alla città-laboratorio che guarda al futuro. Ospiti il papà del Bosco Verticale, l'architetto Stefano Boeri, e tre storie di eccellenza su come ripensare il fare comunità. 

"Perché la biodiversità ci salverà", parola di Stefano Boeri
Il suo Bosco Verticale è stato eletto l’edificio più bello e innovativo al mondo per la giuria internazionale del premio International Highrise Award, scelto tra oltre 800 grattacieli realizzati negli ultimi due anni in tutto il mondo. E nel 2015 un altro riconoscimento: il Council on Tall Buildings and Urban Habitat – associazione che si occupa di sostenibilità ambientale e grattacieli – lo ha scelto come Best Tall Building Worldwide, ovvero miglior grattacielo in tutto il mondo per l’anno 2015. Due torri residenziali di 80 e 112 metri di altezza in grado di ospitare fino a ottocento alberi fra i 3 e i 9 metri, 11.000 fra perenni e tappezzanti e 5.000 arbusti, per un totale di oltre cento specie diverse: un corrispettivo di ventimila metri quadrati di bosco e sottobosco che si annidano di fatto nel cuore della città.

Il papà del Bosco Verticale, l’architetto Stefano Boeri, è stato il protagonista del primo appuntamento di #MadeInMi. “Noi architetti diventiamo dei rabdomanti: la nostra missione è dare spazio all'innovazione scovando quei contesti dove si genera”. 

Social Distric, orto condivido e co-housing: tre eccellenze made in MI

Tre storie di eccellenza su come ripensare il fare comunità. Così Sara Atelier e Daniele Dodaro con NoLoSocialDistrict hanno ridato "dignità a un’area con una lunga storia - che conserva ancora le tracce fisiche e culturali della grande ondata migratoria dei meridionali negli anni ’60 - e dalle grandi potenzialità (e contraddizioni), ma sostanzialmente ignorata dai media", (Il Giorno).
Da Loreto al Politecnico. Coltivando è infatti il noto orto universitario aperto al quartiere Bovisa e situato negli spazi del campus Durando del Politecnico di Milano per favorire l’interazione tra gli abitanti di Bovisa e la comunità del Politecnico di Milano e promuove uno stile di vita sostenibile.
Dal Politecnico alla periferia nord di Milano, dove decine di famiglie convivono come una comunità di buon vicinato e gestiscono insieme gli spazi comuni. Siamo in via Scarsellini 17: due edifici di 11 piani, 4 scale ciascuno, divisi da un parco verde ben curato, a 300 metri dalla fermata di Affori Centro, linea 3 della metropolitana. "Oggi attraverso la rete siamo riusciti a costruire la comunità. Facciamo corsi sportivi, condividiamo giochi, libri, spazi aggregativi. Siamo uno spazio di sperimentazione sociale. La casa è stata costruita in cooperativa, abitata dal 2012, ed è stato lanciato un social network del condominio", ha raccontato su Rai.tv Liat Rogel. 

Milano è la città che oggi rappresenta quel luogo privilegiato dove le cose accadono, nel quale si sperimenta, ci si confronta, si realizza qualcosa. Qui nasce MadeInMI: un momento reale per continuare a confrontarsi e a mettere a fattore comune le buone pratiche che fanno tendenza e che sono destinate nel tempo a divenire modelli virtuosi del fare impresa e comunità. E poi un modo MadeInMI è un modo per raccogliere le buone idee, suggerendo alla classe politica che governerà la città nei prossimi cinque anni le priorità di chi vive in modo attivo la metropoli giorno dopo giorno. MadeInMi nasce da un’idea di Giampaolo Colletti insieme a Silvia Vianello e Seble Woldeghiorghis, in collaborazione con la community wwworkers.it. Ideazione e sviluppo grafico Andrea Balconi. Il primo appuntamento è realizzato insieme a Clubhouse Brera, il membership club di Copernico.

Scegliere Salute - il Tripadvisor degli ospedali

Leggi tutto...

"Mi trovavo a Milano alla ricerca di un dentista e non sapevo a chi affidarmi. Nel mio paese avrei chiesto un consiglio, ma in una città così grande era impossibile", racconta Giuseppe Lorusso. Così insieme ad Angelo Marvulli ha deciso di creare l'app della buona sanità. Una sorta di Tripadvisor degli ospedali per "scegliere consapevolmente da chi farsi curare", come recita la home del portale. Reparti e strutture sanitarie rigorosamente valutati dagli utenti in base a quattro parametri: professionilà, confort, igenie ed efficienza.

Leggi tutto...

Giulia Giontella - fioraia

Leggi tutto...

Ventotto anni, 5 lingue, un passato come avvocato e reporter a Londra, Lisbona, Parigi e persino in Kazakistan per Time Magazine, Giulia ha deciso di rientrare in Italia per vendere online i suoi amati fiori. E lo fa a prezzi assolutamente concorrenziali usando solo prodotti italiani. All’inizio la prendevano per pazza. Oggi ha diverse offerte di investitori sulla scrivania.

Leggi tutto...


Il libro dei wwworkers

libro1Wwworkers (Gruppo24Ore) è un manuale scritto da Giampaolo Colletti, con la prefazione di Andrea Rota (eBay) e la postfazione di Luca Tremolada (Sole24Ore).

wwworkers su Metro

Metro 08062016 tagliata

Leggi gli articoli su Metro

wwworkers su Millionaire

Millionaire Giugno
Leggi gli articoli su Millionaire

I wwworkers sono raccontati su

fatto-quotidiano metro nova-24 millionaire