Alessandro Carboni - Co-fondatore quriio.us

Alessandro Carboni

quriio.us è il social commerce dei negozi sotto casa. Una soluzione dedicata ai piccoli e medi esercizi commerciali e i loro clienti attuali e potenziali. La piattaforma permette ai primi di gestire la propria presenza web e la vendita online in maniera efficace ed efficiente mantenendo l’identità del proprio store, mentre ai secondi consente di vivere un’esperienze di shopping condivisa.

Nome: Alessandro Carboni                    
Età anagrafica: 28
Città: Tula (SS)
Formazione di partenza: Laurea "Management Internazionale", Università Cattolica - Milano
Lavoro precedente: assistant product manager
Attuale lavoro da wwworker: Co-founder quriio.us
In cosa consiste il lavoro: mi occupo di due ambiti principali, quello business e quello marketing. Essendo uno dei cofondatori della società seguo le attività strategiche, lo sviluppo del piano di business, la pianificazione della attività nel medio e lungo periodo. Oltre a questo seguo in prima persona le attività marketing, sia a livello strategico che operativo e con particolare focus sul nostro target consumer.
Potenzialità riscontrate dal lavoro in rete: il più rande pregio derivante dal lavorare online è, per me, la totale indipendenza dallo spazio (e parzialmente anche dal tempo) in cui si trova. Si può lavorare praticamente ovunque e in ogni momento, permettendo di poter organizzare la propria vita privata con maggiore flessibilità. 
Problematiche riscontrate dal lavoro in rete: con la grande libertà concessa dal lavoro online, si rischia di non riuscire mai a staccarsi dal lavoro, con il risultato che l'output finale ne risente in qualità, poiché durante la sua preparazione sono mancati i necessari momenti "di stacco".
Lo slogan: sogna e sii curioso di scoprire il modo di trasformare i tuoi sogni in realtà. C'è sempre un modo.
Il consiglio: avere ben in mente quali sono gli obiettivi del proprio lavoro, perché a volte la libertà concessa dalla rete può distrarre e rendere meno produttivi. Ma se si riesce a gestirla nel modo migliore, l'online working può essere una delle soluzioni lavorative esistenti oggi

Benvenuto Alessandro. Com'è nato il progetto?
quriio.us nasce da una nostra (i fondatori – ndr) esperienza diretta: la difficoltà di reperire online informazioni corrette e aggiornate sulle realtà commerciali che non afferiscono alla grande distribuzione organizzata o a catene retail strutturate, così come dalla mancanza di un spazio dedicato per poter parlare di questo tipo di attività commerciali e poterle consigliare al proprio network di conoscenti. Perché accade questo? Perché a oggi non esiste una soluzione dedicata ai piccoli e medi esercizi commerciali che permetta loro di gestire adeguatamente la propria presenza online senza incorrere in troppe difficoltà tecniche, in elevati costi, e in impieghi di tempo importanti. Da qui è nata l’idea di creare una piattaforma specificatamente pensata per questo tipo di realtà commerciali

Come funziona?
Quriio.us raccoglie al suo interno i profili dei negozi iscritti dedicando a ognuno un proprio spazio all’interno del quale l’esercente può descrivere la propria attività e fornire le informazioni che ritiene utili per i clienti attuali e potenziali, caricare foto e video; e attivare una sezione di e-commerce pronta all’uso poiché gestita dal punto di vista tecnico e logistico totalmente dalla società quriio.us. Gli utenti privati oltre che reperire informazioni dirette sui negozi cittadini possono fare acquisti sui profili commerciali creandosi un network a seconda dei propri gusti commerciali. Quest’ultimi hanno inoltre la facoltà di arricchire con propri contenuti e commenti i profili dei negozi, garantendo agli utenti terzi una migliore esperienza di fruizione della piattaforma e rendendo questa uno spazio di scambio comunicativo sul commercio.

Qual è il cuore del vostro progetto?
Vero cuore di quriio.us è il bazar, l’area  in cui è possibile vedere in tempo reale tutto ciò che viene pubblicato dal proprio network di utenti privati e commerciali, e ampliando la ricerca quello che si dice in città, sia quella in cui ci si trova oppure un’altra a scelta.

Il Bazar è anche il luogo in cui sia gli utenti privati che quelli commerciali possono rivolgersi, in base alle diverse necessità, a tutta la città o al loro network; i primi possono, ad esempio, chiedere un consiglio, pubblicare un commento o condividere i propri desideri; i secondi possono invece utilizzare tale spazio per farsi conoscere meglio, proporre particolari offerte, o stimolare la propria clientela all’interazione nei modi che più preferiscono. Infine, l’utilizzo di quriio.us da dispositivi mobili consente di attivare le funzioni di geolocalizzazione, al fine di modulare i contenuti del bazar in base al luogo in cui ci si trova.

Che difficoltà avete avuto?
La più grande difficoltà per il team di qurio.us è rappresentata dal fatto che questo sia diviso in più città: io e Federica siamo in Sardegna, Andrea e Alessandro sono due veneti trapiantati a Milano e Marco e Edoardo vivono a Pavia. L’organizzazione del lavoro quindi è molto legata alle conference call online e a continui spostamenti: in una battuta, i nostri migliori partner aziendali sono Skype e Ryanair!

L’obiettivo a tendere è comunque quello di riunirci in un’unica città, stiamo valutando le alternative. Se devo essere sincero, però, trovo che la questione logistica sia anche uno dei nostri più grandi punti di forza, poiché riusciamo a essere in più città contemporaneamente e a non perdere nessuna opportunità di incontro.

Che rapporti avete con le istituzioni?
Dipende. Abbiamo incontrato sezioni di istituzioni molto attente alle esigenze delle start up, come i già citati ufficio TT di Sassari, Sardegna Ricerche, settore sviluppo di Unicredit, GGI Confindustria Pavia. In tutte questi casi ci siamo trovati a relazionarci con persone disposte a andare anche oltre il compito prestabilito, consce che quando si ha a che fare con start up l’inatteso è questione quotidiana. C’è poi il mare delle istituzioni classiche che con le loro lungaggini burocratiche rallentano (e non poco) l’operato delle nascenti imprese. Ma noi prendiamo queste lunghe trafile come una palestra: ciò che non ci uccide, ci fortifica!

Che cos’è per te l’innovazione
E’ un concetto ampio che potrebbe essere descritto al meglio con le definizioni tecniche che ne danno i manuali. Per me però nell’innovazione c’è anche una fortissima componente soggettiva, perché innovativo è anche tutto ciò che ti migliora la vita, ciò che te la rende più semplice. Ci sono tante piccole cose che, pur  non essendo rivoluzionarie, noi percepiamo come innovazioni perché ci consentono di fare qualche azione in maniera nuova e più efficiente. Ecco, se qualcuno dovesse mettermi a scegliere tra l’innovazione da manuale e quella percepita io voterei sicuramente per la seconda.

Progetti per il futuro
Uno solo e ambizioso: fare di quriio.us la più diffusa piattaforma di social commerce. Credo che questo ci occuperà buona parte delle giornate, perciò per ora ci concentriamo al 100% su questo.

Che suggerimento senti di dare a chi vuole intraprendere un percorso come il tuo?
Con i miei 28 anni faccio fatica a vestire i panni del “saggio del villaggio” che dispensa consigli, ma c’è un punto che mi fa piacere condividere. quriio.us durante la fase di pre-lancio ha utilizzato lo slogan “Un sogno, un progetto, un’impresa. Ci siamo quasi” per comunicare il percorso che il team sta facendo, ossia la trasformazione di un’idea in una realtà concreta. Percorso non facile, certamente tortuoso e di cui anche noi siamo solamente all’inizio. Ma è un’avventura che consiglio a tutti coloro che hanno un intuizione che freme dalla voglia di prendere forma, perché il modo migliore per non far svanire i propri sogni è viverli.

Intervista realizzata da Alessandro Ligas


logo camp 2018

Il libro dei wwworkers

libro1Wwworkers (Gruppo24Ore) è un manuale scritto da Giampaolo Colletti, con la prefazione di Andrea Rota (eBay) e la postfazione di Luca Tremolada (Sole24Ore).

Il libro degli artigeni

libro ArtigeniSEI UN GENIO! è il nuovo libro di Giampaolo Colletti edito da Hoepli. Racconta la rivoluzione degli Artigeni con 150 storie di artigiani e lavoratori dalle idee geniali. Acquista online

wwworkers su Metro

Metro 08062016 tagliata

Leggi gli articoli su Metro

wwworkers su Millionaire

Millionaire Giugno
Leggi gli articoli su Millionaire

I wwworkers sono raccontati su

fatto-quotidiano metro nova-24 millionaire