Claudio Bordi - Titolare mesticheria

claudio bordi

Claudio Bordi ha scelto di portare avanti la storica attività della sua famiglia, una bottega centenaria di materiale per belle arti  dal “sapore rinascimentale” nel cuore di Roma. Attraverso il suo blog, l'amore per l'arte trasmessogli da quattro generazioni di “mastri colorari”, incontra l'innovazione. 

Nome: Claudio Bordi
Età anagrafica: 45
Città: Roma 
Formazione di partenza: laureato in economia e commercio
Lavoro precedente:  lavoravo nella direzione generale di una aziena produttrice di automobile, nell'ambito dell'autonoleggio di veicoli industriali
Attuale lavoro da wwworker:  lavoro nella bottega storica Bordi, il negozio di materiale per belle arti che la mia famiglia ha fondato nel 1910 e che nel 2010 ha compiuto cento anni di attività
Cos'è in un tweet:  siamo una bottega storica che vende materiale per belle arti e realizza corsi di pittura per trasmettere gli “antichi saperi”
In cosa consiste il lavoro:  vendiamo materiale di belle arti, facciamo consulenza agli artisti e teniamo corsi d'arte
Fatturato /compenso: abbiamo raddoppiato i nostri clienti, ma c'è ancora molto da fare
Potenzialità riscontrate dal lavoro in rete:  sicuramente la grande possibilità di comunicare
Problematiche riscontrate dal lavoro in rete: il digital divide, molti dei nostri clienti piu “maturi” non utilizzano la rete
Il tuo slogan/motto:  guardare al futuro tenendo ben salde le radici nella storia e nella tradizione
Segni particolari: pazzo per l'arte

Ciao Claudio e benvenuto su wwworkers. Ci racconti la storia della tua attività?
Il mio negozio è una piccola bottega dal “sapore rinascimentale” nel cuore di Roma, un’antica mesticheria frutto dell’amore per l’arte di quattro generazioni di maestri colorai. L’attività è stata fondata dal mio bisnonno,  Augusto Bordi, nel 1910, nel Rione Esquilino. Ancora oggi è uno storico punto di riferimento per artisti ed appassionati d’arte. Siamo in via dello Statuto, 47 e in origine, oltre ad avere una piccola parte dedicata alle belle arti, c'era anche una zona destinata a bar, somministrazione di cibi e bevande, vendita di drogheria, coloniali e torrefazione del caffé.

Il tuo lavoro in cosa consiste?
Gestisco il negozio, ma mi occupo anche della realizzazione di corsi di pittura ad olio, acquerello, affresco, encausto e riproduzione di opere d'arte. E' stata mia zia, maestra d'arte ad insegnarmi a dipingere ed oggi, amo fornire ai miei clienti, oltre al prodotto, un servizio di consulenza, perchè non si può vendere ciò che non si conosce o non si è mai utilizzato.

E per quanto concerne la tua attività di wwworkers?
Quella è fondamentale. Il mio blog e i social network mi permettono di aprire una finestra sulla mia attività, come quando nel rinascimento si andava a bottega per imparare il “mestiere”:  la porta della mia in questo modo è sempre aperta, chi vuole può curiosare ed in seguito decidere di venirci a trovare.

Lavoravi per una multinazionale, cosa ti ha portato ad abbandonare tutto e a seguire la tua passione di famiglia?
Mi ritengo una persona molto fortunata perché sono stato licenziato quattro anni fa da una azienda produttrice di automobili. Quella che all'inizio poteva sembrare una minaccia, si è trasformata per me nell' opportunità di fare esattamente quello che più amavo: lavorare nel mio negozio e dipingere. Ho sempre dipinto, e dentro di me sapevo che prima o poi avrei realizzato il mio sogno, ecco perché nonostante la laurea in economia e commercio, ho sempre continuato a studiare da autodidatta la pittura e la storia dell'arte.

Com'è nata l'idea dei corsi di pittura?
Amo studiare e sperimentare nel mio laboratorio, ma se quello che impari non lo trasmetti è pressoché inutile, questo è un grande insegnamento che ho ricevuto dalla mia famiglia, ecco perchè ritengo giusto trasmettere gli antichi saperi nei miei corsi, dove anche coloro che si avvicinano all’arte per la prima volta possono imparare a creare i colori e lavorarli secondo i metodi tradizionali.

Come è formata la tua squadra?
Oggi la tradizione di famiglia è nelle mani dei pronipoti di Augusto. Siamo io e  mio fratello che con il fondamentale aiuto di  mia mamma  abbiamo raccolto l’amore per l'arte trasmessoci da papà, che oggi non è più con noi,  il carismatico Luciano Bordi, artista e “coloraro” sostenitore  di un’arte che potesse essere per tutti.

Che consiglio dai ai giovani?
Ascoltarsi di più, perchè dall'ascolto di sé si riconosce il proprio talento che, una volta scoperto, va difeso,  sviluppato e sostenuto con lo studio.  

In questo periodo di crisi, dove molte attività stanno chiudendo come vedi il futuro?
Il futuro è nella tradizione e solo l'innovazione può aiutarci a far conoscere e valorizzare antichi saperi che altrimenti le nuove generazioni potrebbero perdere. Sapere non basta. Non esiste sapere quando questo non è trasmesso. Il vero segreto sta nella condivisione, questo è quello che facciamo quotidianamente nella nostra attività. Ciò che ci differenzia da un centro commerciale è l'esperienza e il servizio. E il web ci aiuta a migliorarlo e a condividerlo con il mondo.


Il libro dei wwworkers

libro1Wwworkers (Gruppo24Ore) è un manuale scritto da Giampaolo Colletti, con la prefazione di Andrea Rota (eBay) e la postfazione di Luca Tremolada (Sole24Ore).

Il libro degli artigeni

libro ArtigeniSEI UN GENIO! è il nuovo libro di Giampaolo Colletti edito da Hoepli. Racconta la rivoluzione degli Artigeni con 150 storie di artigiani e lavoratori dalle idee geniali. Acquista online

wwworkers su Metro

Metro 08062016 tagliata

Leggi gli articoli su Metro

wwworkers su Millionaire

Millionaire Giugno
Leggi gli articoli su Millionaire

I wwworkers sono raccontati su

fatto-quotidiano metro nova-24 millionaire