Enrico Icardi - Web Developer

enrico icardi

Il progetto di Enrico si estende da Torino a Berlino fino a Vancouver e San Francisco. Si tratta di ShareDesk, un motore di ricerca internazionale per spazi di coworking e collaborazioni professionali. L'unico problema? Organizzare le riunioni con i colleghi, tanto distanti da avere fusi orari molto diversi!

Nome: Enrico Icardi
Città: vivo tra Torino e Berlino
Età: 29
Formazione di partenza: developer
Precedente lavoro: di tutto
Attuale lavoro da wwworker: mini imprenditore e web developer per ShareDesk
Competenze specifiche: web
Cos'è in un tweet: Web and Collaborative Consumption Enthusiast #collcons @sharedesk ;)
In che cosa consiste il lavoro: sviluppo web e organizzazione del suo processo
Media mensile di profitto: 1500/2000 €
Potenzialità riscontrate dal lavoro in rete: molte
Problematiche riscontrate dal lavoro in rete: l'assenza di fondi pubblici e investimenti a rischio (vantaggiosi) per il web
Il tuo slogan/motto: fai e osa
Segni particolari: creativo

Ciao Enrico. Cos'è ShareDesk?
ShareDesk non è solamente un motore di ricerca di spazi di coworking, ma di qualsiasi tipo di spazio di lavoro condiviso e non è solamente un motore di ricerca, ma anche un modo per riuscire a "connettersi" con professionalità simili o complementari alla propria.

A cosa serve esattamente?
Se rispondi "sì" ad una delle seguenti domande...molto probabilmente hai bisogno di ShareDesk:

- Hai bisogno di un ufficio ma non hai 10/20/30.000 Euro iniziali per arredo, affitti anticipati?
- Hai poco tempo per occuparti di bollette e pochi soldi per pagare un office manager?
- Ti serve un posto solamente per qualche mese per te e/o la tua piccola azienda?
- Sei un Freelance e hai bisogno di un ambiente di lavoro più stimolante della scrivania in casa tua (o magari cerchi nuovi collaboratori)?
- Il futuro della tua piccola-media azienda è incerto, ma hai affittato 2000mq di ufficio di cui il 60% rimane inutilizzato?

Potrei andare avanti all'infinito...ma immagino che queste domande facciano capire di che cosa si occupa ShareDesk e perchè potrebbe servire :)

Oltretutto non siete solo in Italia, ma in tutto il mondo. Come riuscite a gestire questo apparato internazionale?
L'impronta internazionale è necessaria perché i fans di ShareDesk sono molto probabilmente anche office nomads  ovvero persone che si spostano abbastanza frequentemente per piacere o per lavoro, o per mischiare le due cose ...soprattutto da quando la working holiday (anche chiamata workation) non è più solamente un tipo di visto per l'Australia!

Ma come si riesce a organizzare il lavoro di un'azienda presente in varie nazioni?
Gestire un'azienda che comunica a livello internazionale è complesso, ma stiamo imparando. Noi stessi siamo in giro per il mondo (Torino, Alba, Berlino, San Francisco, Vancouver e forse tra poco anche a Los Angeles!) e dobbiamo organizzare riunioni (di solito 2 o 3 a settimana) tenendo conto di diversi fusi orari, orari di ufficio, feste nazionali, ecc. Ma non ci si lamenta mai.

Il processo di internazionalizzazione è terminato o sempre in corso?
A breve (al completamento della idea iniziale di business) usciremo ad uscire dalla fase "beta", ma il progetto tradotto in più lingue così come nuove features per aiutare expats e freelancers di ogni parte del mondo sono in continua evoluzione. ShareDesk è sempre in working progress. Come per la maggior parte dei nuovi progetti web che tutti utilizziamo tutti i giorni, no?

Perché proprio ricerca di spazi di coworking?
Quello che una volta era definito solamente un trend (Coworking) si sta affermando in tutto il mondo, e anche se ShareDesk non si occupa solo di questo possiamo dire con certezza che continuerà a sostenere il suo manifesto.

Qual è il valore aggiunto di un coworking place?
Sicuramente le persone che partecipano al progetto. Sia per un lavoratore indipendente che per un dipendente, lavorare da uno spazio di lavoro condiviso come da un coworking space offre molte opportunità per potersi confrontare con persone che hanno storie e background anche molto diversi dal proprio.

Da quanto tempo lavori come wwworker?
Tra freelancing direttamente a contatto con il cliente, lavori per agenzie e fatturazione ricorsiva per aziende web specifiche...sono quasi dieci anni che mi occupo di web sul web.

Hai mai pensato di cambiare?
E' sempre dura reinventarsi un mestiere e cambiare lo stile di vita a cui si è abituati, ma da buon imprenditore curioso mi piacerebbe provare ad iniziare una carriera completamente diversa da quella attuale...e come tanti wwworkers ho sogni nel cassetto fatti di relax, sole e natura. Ma di quello mi annoierei molto rapidamente in questo momento quindi per ora continuo a rimanere un web developer sostenitore del consumo collaborativo cercando di portare il mio progetto ad un punto che potrò definire "d'arrivo" in termini di esperienza vissuta.


Il libro dei wwworkers

libro1Wwworkers (Gruppo24Ore) è un manuale scritto da Giampaolo Colletti, con la prefazione di Andrea Rota (eBay) e la postfazione di Luca Tremolada (Sole24Ore).

Il libro degli artigeni

libro ArtigeniSEI UN GENIO! è il nuovo libro di Giampaolo Colletti edito da Hoepli. Racconta la rivoluzione degli Artigeni con 150 storie di artigiani e lavoratori dalle idee geniali. Acquista online

wwworkers su Metro

Metro 08062016 tagliata

Leggi gli articoli su Metro

wwworkers su Millionaire

Millionaire Giugno
Leggi gli articoli su Millionaire

I wwworkers sono raccontati su

fatto-quotidiano metro nova-24 millionaire