Francesca Sanzo - Blogger

Francesca Sanzo

"La grammatica dei link corrisponde al mio modo di decodificare il mondo fuori e dentro di me": Francesca sembra essere nata per lavorare in rete. E lavorare da casa la fa sentire libera, più rilassata. Oggi gestisce un blog molto seguito e ha anche appena creato un sito dedicato a chi telelavora.

Nome: Francesca Sanzo
Età anagrafica: 39
Città: Bologna
Formazione di partenza: laurea in Lettere e Master in Comunicazione e Informatica per le scienze umanistiche
Lavoro precedente: lavoro da quando ho 17 anni, ho fatto di tutto: dalla distributrice di volantini, all’insegnante di nuoto, ho anche lavorato per 9 anni in un ufficio recupero crediti
Attuale lavoro da wwworker: mi occupo di contenuti e strategie per il web e social media (blogger, progettazione, strategie, digital PR) su francescasanzo.net. Ho anche creato da poco la community ufficioincasa.it
Cos'è in un tweet: ufficioincasa.it è una community dedicata agli homeworkers e servirà per tessere reti e creare opportunità professionali
In cosa consiste il lavoro: gestisco l’identità online di aziende, associazioni e progetti attraverso una strategia di contenuti mirata e che espliciti il valore del progetto 
Compenso/profitto: circa 1.500 euro al mese
Potenzialità riscontrate dal lavoro in rete: possibilità di mettere in gioco la propria creatività e di creare relazioni professionali e sociali che potenziano le nostre idee e le aiutano a concretizzarsi attraverso sinergie efficaci e fluide
Problematiche riscontrate dal lavoro in rete: è un po’ usurante, bisogna darsi degli stop perché il rischio è di lavorare sempre
Il tuo slogan/motto: online non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te
Segni particolari: per lo più rido

Francesca, la tua laurea è stata utile per l'attività che hai intrapreso?
Tutto è fondamentale: sicuramente la formazione umanistica mi ha aiutato moltissimo in termini di flessibilità e ampiezza di vedute. Secondo me la filosofia e il web sono fortemente collegati, specialmente in questi primi anni in cui si sta compiendo una vera e propria rivoluzione culturale e un cambiamento di paradigma legato ad esso.

Riguardo a Panzallaria, cosa scrivi, di cosa ti occupi?
Panzallaria è la mia casa digitale, il mio blog "aneddotico": racconto storie e aneddoti tratti dalla mia vita e dalla mia fantasia. E' il luogo dove esercito la mia passione per la scrittura. E' interconnesso con il mio blog professionale francescasanzo.net dove invece parlo di comunicazione, web e social media.

E' nato subito come un lavoro o è cominciato come hobby?
Panzallaria è nato come un hobby ma è poi diventato, con il tempo, un curriculum vitae, il mio personal branding. Non è un lavoro perché nessuno mi paga per farlo, diciamo che si tratta di un mio luogo dove fare il punto e esercitare la passione per la scrittura (e anche un po' per la lettura).

Perché hai lasciato il vecchio lavoro di recupero crediti?
No, ti prego! Il mio vecchio lavoro era comunque collegato al web, lavoravo per una P.A e mi occupavo della gestione dei contenuti e della comunicazione web. Quello l'ho lasciato perché desideravo mettermi in proprio. Non so dire dove inizia la mia carriera di wwworkers, ma sicuramente non è fatta solo del mio attuale lavoro.

Parliamo anche del tuo nuovo progetto ufficioincasa.it. Come è strutturato?
E' strutturato in parte come blog/magazine con interviste, suggerimenti, post scritti da me e da alcuni ospiti che di volta in volta vengono invitati a partecipare. L'obiettivo è creare una riflessione generale sui vantaggi dell'ufficio in casa e in particolare un'opportunità di creare contatti e collaborazioni tra professionisti e telelavoratori.

E come possono utilizzarlo gli utenti?
Ufficio in casa è un blog e una community. Si può accedere liberamente ai contenuti editoriali e anche iscriversi e partecipare ai diversi gruppi di discussioni dedicati prevalentemente a fare brainstorming su progetti, presentare il proprio lavoro, suggerire soluzioni personali alla vita di tutti i giorni, stimolare l'incontro fisico tra homeworkers per fare rete.

Sviluppi futuri?
L'idea in un prossimo futuro è di sviluppare contatti con le aziende per promuovere soluzioni organizzative che contemplino il lavoro da casa come scelta sostenibile e vantaggiosa per entrambe le parti

Quali sono i tuoi prossimi progetti? 
Tantissimi. Scrivere un altro libro di favole, alcuni manuali più tecnici legati al mio lavoro, raccogliere i racconti che ho scritto e sono pubblicati su Panzallaria.com e lanciare e fare crescere il progetto Ufficioincasa.it (che è per me, prima di tutto, un progetto professionale).

Cosa, secondo te, è importante sapere prima di avviare un lavoro online?
Bisogna conoscere bene il contesto di riferimento e non improvvisarsi: il fatto che aprire un sito sia tutto sommato facile non significa che non necessiti di preparazione specifica sulle dinamiche e forme stilistiche del web.


logo camp 2018

Il libro dei wwworkers

libro1Wwworkers (Gruppo24Ore) è un manuale scritto da Giampaolo Colletti, con la prefazione di Andrea Rota (eBay) e la postfazione di Luca Tremolada (Sole24Ore).

Il libro degli artigeni

libro ArtigeniSEI UN GENIO! è il nuovo libro di Giampaolo Colletti edito da Hoepli. Racconta la rivoluzione degli Artigeni con 150 storie di artigiani e lavoratori dalle idee geniali. Acquista online

wwworkers su Metro

Metro 08062016 tagliata

Leggi gli articoli su Metro

wwworkers su Millionaire

Millionaire Giugno
Leggi gli articoli su Millionaire

I wwworkers sono raccontati su

fatto-quotidiano metro nova-24 millionaire