Fratelli Ressa - Rivenditori online articoli sportivi

gaspare e francesco ressa

 

Due fratelli e un'unica grande passione per il calcio! Stanchi di lavorare con clienti troppo esigenti e lenti a pagare decidono di fare il grande passo online: aprire uno store specifico per la rivendita di abbigliamento tecnico per portieri. 

 

Nome: Gaspare e Francesco Ressa

Età anagrafica: 38

Città: Taranto

Formazione di partenza: diploma di ragioniere perito commerciale

Lavoro precedente: webmaster

Attuale lavoro da wwworker: imprenditore online nel campo dell'abbigliamento sportivo tecnico per il calcio presso www.portierecalcio.it

Cos'è in un tweet: uno dei più grandi e-store italiani per il portiere che gioca a calcio

In cosa consiste il lavoro: vendere online guanti, maglie, abbigliamento e intimo tecnici 

Compenso/profitto: 600/1.000 euro al mese

Potenzialità riscontrate dal lavoro in rete: bacino di clienti estremamente ampio, massima libertà di orario e di gestione logistica

Problematiche riscontrate dal lavoro in rete: onestamente nessuna

Il vostro slogan/motto: essere sempre "il numero uno per i numeri 1"

Segni particolari: pensare al proprio lavoro 24 ore su 24. In certe notti addirittura sognarlo!

 

"Con mio fratello Francesco (lui laureato e con un master alle spalle appena concluso), che è anche mio socio, abbiamo deciso quindi di sfruttare le nostre conoscenze informatiche e di marketing per diventare imprenditori di noi stessi, facendo quello che amavamo di più". Gaspare e Francesco Ressa incarnano la filosofia riscontrata nella maggior parte dei wwworkers: lavorare con le proprie passioni. Gaspare ha lasciato il suo vecchio lavoro di webmaster perché stufo di trattare con clienti esigenti e allo stesso tempo lentissimi a pagare, "quando si ricordavano" dice.

 

Come mai la passione del portiere da calcio? Giocavate in una squadra in quel ruolo? 

Siamo, sia io che mio fratello, entrambi portieri. In passato io ho anche giocato qualche partita in seconda categoria, ma poi ho preferito studiare e a realizzarmi dal punto di vista professionale. Oggi pratichiamo il tutto a livello amatoriale, con gli amici o in tornei locali.

 

Hai detto che avete un bacino di clienti ampio, da dove vengono le maggiori richieste, su internet o al negozio? Chi sono i vostri maggiori clienti e da dove ordinano?

Non abbiamo un negozio aperto al pubblico e abbiamo clienti da tutta Italia. Non è possibile censire un bacino d'utenza più ampio di un altro, perché abbracciamo l'intero stivale. Abbiamo scelto questo settore merceologico così specifico perché non aggredito dalla grande distribuzione e relegato in un angolino, gestito da un commesso poco competente, nel classico negozio di articoli sportivi.

 

Da quanti anni siete online? 

Siamo operativi dal 2008 e lavoriamo esclusivamente online, avendo tra l'altro iniziato da casa. Ciò ci permette maggiori libertà di orario, che però parecchie volte, essendo solo io e mio fratello, si traducono nel sacrificio di domeniche e giorni di festa. Fortunatamente le famiglie approvano e sostengono!

 


Consigliate di diventare wwworkers?

Assolutamente sì, se si ha da subito chiara la direzione da seguire (mercato da servire, prodotto e servizio da offrire al mercato a cui ci si vuole rivolgere per soddisfare i bisogni richiesti). Se invece si vuole provare navigando a vista, lo sconsiglio caldamente, perché c'è il rischio di farsi solo male, economicamente parlando. 


logo camp 2018

Il libro dei wwworkers

libro1Wwworkers (Gruppo24Ore) è un manuale scritto da Giampaolo Colletti, con la prefazione di Andrea Rota (eBay) e la postfazione di Luca Tremolada (Sole24Ore).

Il libro degli artigeni

libro ArtigeniSEI UN GENIO! è il nuovo libro di Giampaolo Colletti edito da Hoepli. Racconta la rivoluzione degli Artigeni con 150 storie di artigiani e lavoratori dalle idee geniali. Acquista online

wwworkers su Metro

Metro 08062016 tagliata

Leggi gli articoli su Metro

wwworkers su Millionaire

Millionaire Giugno
Leggi gli articoli su Millionaire

I wwworkers sono raccontati su

fatto-quotidiano metro nova-24 millionaire